Pranayama - Yoga in Thailandia

Pranayama, respirare consapevolmente

La pratica del Pranayama è una parte fondamentale per chi percorre la via dello Yoga, parte integrante di quella fisica, le Asana e della meditazione, che spesso è difficile da definire, in quanto non basta restare seduti immobili.

Liberare la mente non è sempre semplice. Siamo portati a prendere continuamente delle decisioni. E così può capitare spesso di vedere la cosa giusta al momento sbagliato e la cosa sbagliata al momento giusto.

La pratica del Pranayama libera la mente, portando chiarezza, freschezza e dandoci l’opportunità di vedere la cosa giusta al momento giusto.

Cos’è il Pranayama

Definita come la scienza del respiro, si utilizzano diverse tecniche per disciplinarla e controllarla. Prana significa «energia». Energia cosmica, individuale, sessuale. Quella energia presente in tutti le persone e nell’universo a tutti i livelli. Gli antichi testi Yoga spiegano che quando il respiro è fermo, il Prana è fermo, così come la mente.


Yoga Retreat in Italiano - Ottobre 2019 - Yoga in Thailandia

Tutti noi respiriamo, il primo respiro arriva con la nostra nascita e l’ultima espirazione con la morte. Facciamo circa ventimila respiri al giorno senza nemmeno accorgercene. Il Pranayama ci conduce ad una respirazione consapevole e, producendo la giusta energia, sarà poi perfettamente distribuita in tutto il corpo, muovendosi orizzontalmente, verticalmente e circolarmente.

Il Pranayama è la consapevolezza cosciente del respiro. Il respiro è lungo e calmo, diviso per inspirazione, espirazione e ritenzione. Di solito si inspira ed espira attraverso il naso, la bocca viene usata raramente, a meno che non venga istruita dal Maestro. La mia insegnante mi ha sempre detto che «la bocca è fatta per mangiare».

Il percorso verso il controllo cosciente del respiro è molto lungo, ma i benefici sono molti e si possono sentire subito dopo 21 giorni di pratica. Pensa che potrebbero bastare dieci minuti al giorno per aumentare la pace interiore e il benessere.

Benefici del Pranayama

Rilassa la mente, migliora la salute cardiovascolare e aumenta la circolazione sanguigna e la capacità di ossigeno del sangue. Pranayama è anche un ottimo modo per disintossicarsi, con la corretta espirazione, infatti, il corpo si sbarazzerà di tutte le tossine accumulate. Migliora la concentrazione. E, ancora, pulisce i passaggi nasali, aumenta l’elasticità dei polmoni e tonifica la pelle.

Linee guida per il Pranayama

Si consiglia di farlo la mattina presto prima dell’alba a stomaco vuoto. È preferibile praticare in uno spazio tranquillo dove non si può essere disturbati, meglio all’aperto in diretto contatto con l’aria fresca. Praticare ogni giorno alla stessa ora, indossare abiti larghi, sedersi comodamente e avere pazienza con se stessi. Se pratichi il Pranayama la sera, il momento migliore è dopo il tramonto e se ti senti molto stanco, sdraiarti in Shavasana e rilassati.

Il Pranayama fornisce un ponte vitale tra il nostro corpo e la nostra mente. Controllando il respiro, infatti, si possono controllare i pensieri.

Paolina

3 opiniones en “Pranayama, respirare consapevolmente”

Asana e Pranayama: posizioni del corpo e tipi di respirazione – Yoga in Thailandia

[…] termine sanscrito pranayama è composto da due parole: prana e ayama. La prima parola significa «energia, forza vitale» e la […]

Il “Saluto al Sole” (Prima parte) – Yoga in Thailandia

[…] posture sono collegate tra loro muovendo il corpo avanti e indietro come un’onda, generando il Prana, la forza vitale. Si tratta di quell’energia situata nel corpo eterico. Le Asana devono essere […]

Yoga Retreat a Chiang Mai – 28 marzo / 3 aprile 2020 – Yoga in Thailandia

[…] e allo Yoga bendato. Tutte le mattine, inizieremo la giornata con la pulizia del naso (Neti Pot), Pranayama e […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *